Crea sito

 

 

 

 

 

 
A
Aquila Questa A non è una vocale ma una consonante debole. Corrisponde pressappoco al suono che c'è tra una e amica.
i
Fiore di Giunco Anche questa i è una consonante debole
Y
Fiori di Giunco Consonante debole. La lettura è Y da pronunciare i. Si può scrivere anche con due tratti obliqui "\\".
A'
Braccio Suono che non esiste nelle lingue europee ma solo in quelle semitiche. Si pronuncia A.
U
Pulcino di Quaglia Il suono equivale a U ma la trascrizione fonetica è W ( come quella inglese ).
B
Piede La gamba dritta ed il piede si leggono B.
P
Sgabello Sgabello, o supporto solido, base di qualche cosa si legge P.
F
Vipera Cornuta Si legge F.
M
Civetta La civetta vista di fronte si legge M e indica l'interiorità.
N
Acqua Oltre ad indicare l'acqua indica anche tutte le altre forme di energia. Si legge N
R
Bocca Questo geroglifico rappresenta la bocca aperta. Si legge R.
H
Casa Questo geroglifico rappresenta una costruzione, un edificio, un muro, senza dubbio un recinto o un riparo. Si legge H però quasi come una C toscana.
Hh
Matassa Suono che non esiste nella nostra lingua viene resa come una H simile alla precedente.
Kh
Placenta Il suono corrisponde ad una C molto aspirata o al CH del tedesco.
Hch
Ventre di Mucca Anche qui non c'e nessuna attinenza fonetica con la nostra lingua. Si legge CH come la precedente.
Z
Chiavistello Corrisponde al suono S.
S
Panno Ripiegato Corrisponde al suono S.
Sc
Lago Si pronuncia SH ed equivale al nostro SC di scena o sciupare.
Q
Colle Corrisponde al suono Q.
K
Paniere O canestro munito di manico, corrisponde al suono K.
G
Sostegno per Orci Corrisponde alla G dura dell'italiano come ghirlanda o gusto.
T
Pagnotta Corrisponde al suono T.
C
Pastoia E' la nostra C dolce di cena o ciuffo.
D
Mano Corrisponde al suono D.
G
Serpente E' la nostra G dolce di gelato o giusto.



In alcuni cartigli come ad esempio quello di Cleopatra nella serie di geroglifici che compongono il nome c'è anche un leone accucciato che corrisponde alla nostra L. Questo segno geroglifico non è menzionato nell'alfabeto qui sopra in quanto comparirà nella scrittura egizia soltanto nel periodo tolemaico.
 

 

 

 

 

  Torna a Egitto

Home