Crea sito

 

 

 

 

 

Il breve regno di Tutankhamon

Non sono molte le informazioni pervenuteci sul breve regno di Tutankhamon (questo fu il nome di battesimo che all'atto dell'incoronazione sostituì il precedente Tutankhaton, ossia "Immagine vivente di Aton"), morto a soli vent'anni.

Risulta comunque evidente che la giovane età del faraone favorì l'ingerenza di alcune autorevoli personalità di corte nelle questioni politiche: la maggior parte delle iniziative prese durante il regno di questo sovrano furono concepite dagli uomini del suo seguito, tra i quali sembrano aver avuto un peso notevole soprattutto il "divino padre" Ai (capo della cavalleria regale e poi sposo della nutrice Ti nonché, più tardi, effimero successore dello stesso Tutankhamon), e lo scriba e generale Horemheb, anch'egli destinato ad assumere la guida suprema dell'Egitto; grande influsso sul giovane faraone esercitò pure la potente suocera Nefertiti.


Tre anni dopo l'incoronazione la sede della corte fu nuovamente trasferita da Akhetaton a Tebe, in conformità con il graduale processo di
recupero della tradizione sollecitato dai sacerdoti di Ammone, desiderosi di far dimenticare la riforma promossa da Ekhnaton.

 

 

La maschera funeraria di Tutankhamon testimonia l'alto livello raggiunto dall'oreficeria faranoica durante il Nuovo Regno. La preziosità della maschera deriva dall'abile lavorazione del volto ricavato da un'unica lastra d'oro e dai preziosissimi intarsi di pietra preziosa e pasta vitrea. (Maschera d'oro di Tutankhamon, Il Cairo, Egyptian National Museum)

 

 

  Torna a Egitto

Home